Biografia

Stefano Cianti nasce a Ronciglione il 17 Marzo 1974. 

Stefano CiantiDopo aver conseguito il diploma di maestro d’arte nel settore “ceramica” presso l’istituto d’arte di Civita Castellana (VT) si iscrive all’Accademia di Belle Arti “Lorenzo da Viterbo”. Nel 1997 consegue il diploma di laurea presso l’accademia viterbese dopo aver trascorso, ai fini della stesura della tesi, un periodo di studio nella Nuova Accademia di Milano. Durante la permanenza nella città lombarda frequenta i corsi accademici dell’artista Emilio Isgrò titolare della cattedra di “Arti Visive” e partecipa ad una collettiva allestita nello “Spazio Yes”, luogo messo a disposizione dall’Accademia milanese per favorire l’incontro e il confronto tra studenti di diverse nazionalità. Durante l’esposizione ha occasione di conoscere lo scultore Nagasawa e di frequentare i suoi corsi di scultura concettuale che lo incoraggiano ad approfondire il linguaggio dell’installazione concettuale.
Nel 2000, spinto dall’esigenza di ritrovare un linguaggio artistico-artigianale, frequenta le botteghe dei più noti maestri ceramisti di Deruta (PG) dove apprende le basi e i segreti del complesso e affascinante mondo della ceramica. Il ritrovato linguaggio della maiolica “a gran fuoco” lo vede impegnato a rielaborare gli antichi decori derutesi (gli istoriati) in un’ottica del tutto personale. È in questo periodo che realizza la linea dei “monocromi seppiati”. Gli studi preparatori dei grandi artisti del Rinascimento vengono rivisitati, in questa produzione, con l’obiettivo di catturarne la freschezza del disegno attraverso l’utilizzo del color seppia. Questa collaborazione con i maestri derutesi permane fino al 2005, anno in cui decide di diffondere nel proprio territorio l’esperienza artistica intrapresa, non solo nel campo della ceramica, ma anche nella decorazione murale e nell’incisione del vetro con punta diamantata. 
Inaugura un laboratorio artistico a Ronciglione (VT) e in questo periodo si avvicina ad un’altra antichissima tecnica: la pittura a grisaglia sul vetro.
Questa capacità gli permette di intervenire in progetti sia privati che pubblici realizzando delle vetrate tiffany dipinte a grisaglia.

Tra i lavori progettati e realizzati emergono per importanza:

  • Vetrata Tiffany dipinta a grisaglia e raffigurante “San Giovanni Battista nel deserto” nella Chiesa di San Giovanni a San Giovanni in Tuscia (VT) (2005) ;
  • Vetrata della porta principale della chiesa di Arlena di Castro (VT) raffigurante San Giovanni Battista che indica ai suoi discepoli la venuta del Cristo (2005 – 2006);
  • Vetrata della Trinità raffigurante Abramo che ospita i tre angeli messaggeri di Dio che gli annunciano la nascita di Isacco presso una cappella privata in Umbria (2006);
  • Vetrata tiffany dipinta a grisaglia e raffigurante l’ultima cena per il Convento dei Cappuccini a Viterbo (2010);
  • Viclo di vetrate per la cappella di S. Crispino nel Convento dei Cappuccini a Viterbo raffiguranti gli episodi più significativi della vita del Santo (2010);
  • 12 vetrate in vetro-fusione con intervento pittorico in grisaglia raffiguranti i Santi protettori di tutte le Forze Armate. Base Militare di Amendola - Foggia (2011);
  • Vetrata dell’altare della Cappella Foyer de Charité a Ronciglione (2012).

Nell’ ambito della decorazione di interni e esterni i lavori di maggiori rilevanza sono:

  • Nel 2007-2008 è responsabile ed esecutore, in collaborazione con la società Studio I.DE.A srl, del progetto decorativo del “Palazzo delle Maestranze” a
  • Ronciglione, oggi spazio espositivo e punto di incontro per eventi culturali;
  • Nel 2010 realizza su progetto dell’Arch, Pietro Lateano (responsabile del restauro del Museo) la riproduzione in ceramica di un mosaico romano su pavimento presso il museo archeologico di Otricoli con la collaborazione del maestro Alessandro Ridolfi e della restauratrice Monica Cerri;
  • Nel 2012 progetta e realizza la decorazione della vetrata, dell’altare e della croce lignea decorata con simbologie dell’acqua del Nuovo Testamento presso la Cappella Foyer de Charité a Ronciglione
  • Nel 2015 su commissione della Congregazione del Preziosissimo Sangue progetta e realizza nel Chiostro dell'Abbazia di San Felice in Giano (Umbria) un ciclo pittorico che racconta la nascita e l'evoluzione della Congregazione stessa e del suo fondatore S. Gaspare Del Bufalo, inaugurato il 15 Agosto 2015 in occasione del bicentenario della nascita della Congregazione
  • Numerose decorazioni presso strutture private.

La ricerca di Stefano Cianti si è manifestata in particolare nelle seguenti Mostre:

  • “Incrocio di percorsi”: mostra personale che si è svolta dal 6 al 21 Dicembre 2008 presso il Palazzo delle Maestranze a Ronciglione (VT);
  • “Il piatto di Ronciglione e le verità del fuoco”: mostra personale di ceramiche e sculture che si è svolta presso il Palazzo delle Maestranze a Ronciglione (VT) nel 2011;
  • “Percorsi Paralleli”: mostra personale di pittura, scultura e ceramica presso lo Spazio espositivo ”ITERLAND” a Ronciglione dal 22 Marzo all’11 Aprile 2014.

Inoltre ha partecipato alle seguenti Mostre Collettive:

  • “Testimonianze visive della sofferenza”: mostra collettiva a cura della critica d’arte Sabrina Falzone che si è svolta nel mese di Luglio del 2009 presso la Galleria“Il Borgo” di Milano (zona Navigli).
  • “Ars creandi”: mostra-evento internazionale a cura di Giorgio Palumbi, svolta dal 2 al 26 Luglio 2009 presso il museo “Venanzo Crocetti” a Roma.
  • “Dalla forma alla luce”: mostra collettiva di arte contemporanea svolta dall’11 al 27 Aprile 2014 presso lo Spazio espositivo ITERLAND di Ronciglione
  • "Points of view": mostra collettiva di arte contemporanea svolta dall' 8 Febbraio al 28 Marzo 2015 presso lo Spazio espositivo ITELAND di Ronciglione.
    .

Nell’ambito della ritrattistica pittorica gli sono stati commissionati importanti lavori.
In particolare:

  • Ritratto di Alberto Sordi (dipinto ad olio su tela 50 x 70 cm) esposto nel Museo della Fondazione Alberto Sordi a Roma;
  • Ritratto di Papa Francesco (dipinto ad olio su tela 50 x 70 cm) commissionato dal cardinale di Santa Romana Chiesa Raymond Leo Burke per il suo appartamento privato presso la Città del Vaticano;
  • Ritratto dell’Ambasciatore del Costa Rica Jame Feinzaig con la moglie (dipinto con tecnica mista su tela cartonata 100 x 70 cm);
  • Ritratto del cantante Marco Mengoni (dipinto con tecnica mista su tela cartonata 100 x 70 cm) commissionato dal Comune di Ronciglione in occasione del suo concerto del 23/8/2013 a Ronciglione (nel suo paese natale);
  • Ritratto di Nino Manfredi (dipinto ad olio su tela 50 X 70 cm) commissionato dall’organizzazione del CUBO FESTIVAL e donato alla moglie Sig.ra Erminia Manfredi durante la proiezione del film “Lo scapolo” nel Teatro Ettore Petrolini di Ronciglione;
  • Ritratto del musicista Sandro Verzari (dipinto ad olio su tela 100 x 70 cm) commissionato dall’Ass.ne culturale Città di Ronciglione in occasione di una Rassegna a lui dedicata e donato alla Famiglia dell’artista;
  • Ritratto del Vicario Generale di Sua Santità Em.mo e Rev.mo Sig. Card. Agostino VALLINI (dipinto ad olio su tela 100 x 70 cm) commissionato dall’Associazione culturale di Corchiano in occasione del suo 50° anniversario di sacerdozio.

Si citano alcuni prestigiosi dipinti:

  • “La parabola del Padre Misericordioso “commissionata dal cardinale di Santa Romana Chiesa Raymond Leo Burke e donato personalmente dall’artista a Papa Francesco durante l’udienza del 29 Gennaio 2014;
  • Dipinto acrilico su tela cartonata 100 x 70 cm ispirato al paesaggio naturalistico del Costa Rica in esposizione permanente nella hall dell’Ambasciata del Costa Rica a Roma.

Realizza scenografie per manifestazioni artistiche e culturali per grandi teatri e alberghi e premi in ceramica artistica per manifestazioni anche di carattere nazionale tra le quali emergono: Tuscia In Jazz, Etrusco d’oro, Phersu di carnevale, Dolce con Nocciola Romana DOP, Ettore Petrolini, Roncio d’oro, Talent Voice, Bosco per Kyoto.

Dal 1994 sperimenta, sulla linea delle live performance nate negli anni ’70, un’azione pittorica in simbiosi con il ritmo o melodia musicale. 

Le sue live painting Performance nascono dall’esigenza di condividere l’intimo gesto creativo di un dipinto con lo sguardo del pubblico creando un feeling emozionale molto forte tra il racconto pittorico e lo spettatore stesso. 
Questo percorso parallelo del lavoro artistico di Cianti ha subito in questi anni una evoluzione tecnica notevole, il suo sviluppo creativo si è confrontato con tante collaborazioni, tanti linguaggi... Musica, Poesia, Danza.

Stefano Cianti vive e lavora a Ronciglione (VT).

Laboratorio e Studio
Via Poggio Cavaliere n.4 - 01037 Ronciglione (VT)
(+39) 339 1827910
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Spazio espositivo - Iterland Agency
Corso Umberto I° 54 - Ronciglione (VT)
(+39) 0761 1987855 - (+39) 340 3324511
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
www.iterland.com

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra - Per maggiori informazioni: Informativa sulla privacy.

  Accetto i cookie da questo sito.
Informativa